Waiting for May Week

Piove. Piove una pioggia fitta e continua, ma silenziosa. Discreta, come lo è sempre qui la pioggia. Ogni tanto si alza il vento, e allora il frassino si fa irrequieto, e si sbraccia verso le finestre della scala M; e le gocce si confondono e turbinano a tratti, risalgono al di là del vetro contro gli ordini della gravità, come granelli di sabbia o pollini ribelli o fiocchi di neve.
Presto arriverà quella che i locali chiamano “May Week”. Non mi è ancora riuscito capire quando cominci né quando finisca, e neppure per la verità se duri davvero una settimana (d’altra parte, in un posto in cui le settimane dell’anno accademico sono accuratamente numerate e cominciano di giovedì, non si tratta di quesiti sui quali ci si possa improvvisare). In effetti un posto in cui una settimana di metà giugno si chiama “May Week” ti dà fatalmente poche certezze in fatto di calendario. Il freddo e la pioggia e quest’odore d’acqua e d’autunno non aiutano.
Ed è un peccato, immagino (il tempo autunnale), perché questa “May Week” dovrebbe essere il momento dei famigerati “May Balls”, a nessuno dei quali parteciperò. Sì, certo, la gente ti guarda con un misto di compassione e rimprovero quando la conversazione approda alla terza domanda standard da ultimo trimestre (prima domanda: quando cominci/finisci/come vanno gli esami? Seconda domanda: hai visto la pioggia/il sole/le nuvole/le previsioni? Terza domanda: “are you going to any May Balls?”). Insomma, più di £100 per una serata/notte? Sorry, I don’t think so. Ma non ci sono solo i “balli”, in cui si sfoggiano vestiti da sera e si beve e si ascolta musica dal vivo e si balla ci s’ingozza direttamente sotto le “life-sized chocolate fountains” e ci si sente fichissimi-studenti-di-Cambridge, e sinceramente non mi è ben chiaro che altro si faccia per autoconvincersi di non aver buttato nel cesso le £175 che ti sei dovuto procurare per avere una chance di entrare al ballo del St John’s. Forse, visto che bisogna prenotare con mesi di anticipo, nel frattempo hai maturato il dovuto distacco; forse bevi per dimenticare. Non so. In ogni caso, dicevo, c’è anche tutto un fiorire di “garden parties” (con prezzo sotto le £10, e talvolta addirittura gratis) nei curatissimi giardini dei college: fragole, panna, punch, bevande analcoliche, talvolta stuzzichini etnici. Quasi ogni society (anche quella dei matematici, the Archimedeans, di cui mi – ehm – fregio di far parte…) ha il suo garden party. E poi feste alcoliche nei night club, e ceilidh (riuscirò ad andarci stavolta? Non vedo l’ora di fare figuracce nel tentativo di imparare danze tipiche scozzesi…), e barbecue all’aperto e naturalmente, in tutto ciò, un’abbondanza di pranzi gratis in chiesa abbinati a brevi conferenze su quanto è fico Gesù (fino a una settimana fa gli abstract erano del tenore di “come Gesù ci aiuta a gestire lo stress”, “perché affidare la tua vita a Gesù è una buona idea anche quando sei sotto esami”; ora siamo passati a “perché bisogna pensare a Gesù anche nella settimana dei divertimenti”, “perché il paradiso è fighissimo anche più della May Week”).
Ma piove. Piove e questa settimana di delizie ormai sulla bocca di tutti sembra l’ennesimo capriccio stravagante di un mondo accademico in cui durante gli esami vieni sorvegliato da professori e dottorandi nelle loro lunghe gown nere – sembra di essere in un tribunale – e non mi sorprenderebbe se, come forse sosteneva mio padre, esistessero ancora ferree regole su dove gli studenti possono legare i cavalli il giorno in cui conseguono il diploma.
In ogni caso un ultimo esame mi separa da questo misterioso tempo di bengodi, che sospetto trascorrerò immergendomi nella lettura di Good Omens (lo adoro! Uno dei libri più divertenti che abbia mai letto!) riparandomi dalla pioggia scrosciante nella morbida luce di camera mia.
Dalla vostra inviata speciale in terra d’Anglia è tutto. Buon voto. Buona notte. Buona May Week. Stay tuned. Oppure no, a scelta.

Advertisements

One thought on “Waiting for May Week

  1. Ani-sama says:

    :O Hai scritto con uno stile spiritoso che da parte tua mi è nuovo! :D

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s